NELL'AGRIGENTINO

Imprenditore morto in un incidente, polemiche sui soccorsi

di

SANTA MARGHERITA DI BELICE. Nel pomeriggio di ieri nella cittadina, i funerali di Andrea Gulotta, morto lunedì mattina in un incidente stradale. A Santa Margherita, intanto, è esplosa la rabbia per la mancanza da giorni di un’ambulanza. L’ira del sindaco Franco Valenti: «Non si può lasciare una comunità senza ambulanza». Chiesa Madre strapiena ieri pomeriggio per dare l’ultimo saluto allo sfortunato imprenditore, il cinquantaseienne Andrea Gulotta, morto a seguito di un incidente stradale sulla statale 188, in pieno centro abitato di Santa Margherita. Era in sella a una Suzuky, sul tratto stradale in direzione verso il centro abitato quanto si è scontrata con una Opel Corsa. Ad avere la peggio il motociclista, che è finito contro un muro di sostegno in cemento armato. In Chiesa tutta la città si è stretta attorno alla famiglia dell’imprenditore agricolo, piangendo un’altra vittima della strada. Ieri, il primo cittadino ha attaccato sul fatto che nel centro belicino manca l’ambulanza ed annuncia che andrà in Procura.

«Dopo il dolore, la rabbia e l’indignazione. L’incidente mortale di lunedì mette a nudo le carenze del servizio 118 in Sicilia - evidenzia il sindaco Franco Valenti - Ho appreso da più fonti che nonostante le tempestive chiamate al 118 i soccorsi hanno tardato ad arrivare. L’autoambulanza del 118 non era presente nella sua sede di Santa Margherita di Belìce perché qualcuno ha deciso di trasferirla a Sciacca.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook