LA VERTENZA

Agrigento, licenziati da 48 giorni 13 netturbini si incatenano per protesta

AGRIGENTO. Tredici netturbini, dallo scorso  26 agosto, e cioè da 48 giorni, dopo essere stati esclusi dal  nuovo bando di gara sono incatenati per protesta davanti  all'ingresso del municipio di Agrigento e non intendono  desistere.

«Il consiglio comunale, con proprio atto di indirizzo, ha  chiesto che le clausole sul mantenimento dei livelli  occupazionali venissero inserite nel contratto che è stato  stipulato tra il Comune e l'Ati Iseda, Sea, Seap - scrivono le  segreterie provinciali di Cgil, Cisl e Uil -. Dalla stipula di  questo contratto sono passati 13 giorni senza il rientro dei  licenziamenti. Chiediamo a giunta e Consiglio cosa abbiano posto  in essere per fare rispettare quanto previsto dal capitolato  d'appalto e dal contratto, cioè il pieno rispetto dei livelli  occupazionali. Non permetteremo che i responsabili del  licenziamento di tanti padri di famiglia si lavino le mani,  condannando i lavoratori alla disperazione».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook