IMPIANTI

Canicattì, piscina distrutta ma il Comune paga ancora il mutuo

di

CANICATTI'. Milioni di euro buttati al vento e due strutture chiuse senza che all’orizzonte si vedano spiragli positivi per la loro riapertura. E dall’altra parte decine di sportivi canicattinesi che vengono privati di due impianti che potrebbero invece soddisfare le esigenze e dare sfogo alle passioni di moltissimi utenti. La piscina comunale di contrada Rovitelli e la struttura polivalente via Pasolini rappresentano i simboli della scarsa attenzione con la quale l’amministrazione comunale ha seguito negli anni l’evolversi degli interessi legati alla gestione degli impianti sportivi cittadini finiti oggi, seppur con storie diverse, ad un’analoga conclusione.

La situazione più grave è quella legata alla piscina comunale, struttura per la quale il comune ancora paga il mutuo concesso dal Coni per la sua realizzazione costata diversi milioni di euro. L’impianto, chiuso da due anni e mezzo, è stato nel corso del tempo più volte vandalizzato con i danni provocati da queste incursioni che mai sono stati esattamente quantificati dal comune per l’eventuale programmazione di interventi di manutenzione e ripristino delle strutture danneggiate. In più di una occasione, in passato, da parte dell’amministrazione comunale è stata data per vicina la riapertura dell’impianto grazie all’interessamento mostrato da alcune associazioni sportive che si sarebbero proposte per la gestione della struttura.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook