CARABINIERI

Tentato omicidio a Ribera, due fratelli accoltellano un uomo dopo una lite

Dopo un'accesa discussione, scaturita probabilmente per futili motivi, uno dei due giovani poi arrestati avrebbe estratto dalla tasca un coltello a serramanico

RIBERA. Tentato omicidio, ieri sera, in una sala giochi di Ribera (Ag). I carabinieri hanno arrestato due fratelli, dopo aver ricevuto una segnalazione dai sanitari del pronto soccorso del "Fratelli Parlapiano" dove era giunto un giovane con una ferita d'arma da taglio al dorso. La vittima e i suoi due aggressori si trovavano davanti al tavolo di gioco per una partita di biliardo.

Dopo un'accesa discussione, scaturita probabilmente per futili motivi, uno dei due giovani poi arrestati avrebbe estratto dalla tasca un coltello a serramanico. Il fratello glielo avrebbe strappato di mano e lo avrebbe conficcato sulla schiena del malcapitato. Per tentato omicidio, i carabinieri hanno fermato S. V. trentenne, ed S. S., ventiduenne, entrambi di Ribera. Trovata, nonostante fosse stata occultata in campagna, e sequestrata l'arma. La vittima è stata trasferita all'ospedale di Sciacca dove si trova in prognosi riservata con un polmone perforato. I due, su disposizione della Procura di Sciacca, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari.

E' fuori pericolo il trentenne accoltellato, ieri sera, in una sala giochi del centro di Ribera. A causa della perforazione di un polmone, il giovane rimane però ricoverato al reparto di Chirurgia dell'ospedale di Sciacca. Per il tentato omicidio, i carabinieri hanno fermato i fratelli Vincenzo e Stefano Scoma, rispettivamente di 30 e 22 anni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook