COMUNE

Abusivismo a Licata, deliberate altre due demolizioni

di
Il capodipartimento Vincenzo Ortega ha disposto i provvedimenti nei confronti di edifici realizzati in zone in cui il vincolo di inedificabilità è assoluto

LICATA. I motori delle ruspe sono, praticamente, già accesi, ma c’è ancora chi continua, infischiandosene della legge, a costruire abusivamente. E gli agenti della polizia municipale, ovviamente, ogni volta che scoprono nuovi cantieri aperti in assenza delle necessarie autorizzazioni provvedono a multare i proprietari. Poi viene il resto.

Negli ultimi giorni il dirigente del dipartimento Urbanistica, Lavori Pubblici e Gestione del Territorio, Vincenzo Ortega, ha firmato due nuove ordinanze di demolizione. I provvedimenti sono stati emessi nei confronti di chi ha costruito senza licenza in una zona in cui il vincolo di inedificabilità è assoluto. Le due ordinanze di demolizione sono state già notificate ai proprietari degli immobili in questione e questi ultimi, ora, hanno novanta giorni di tempo per abbattere ciò che hanno realizzato in assenza di autorizzazione da parte dei competenti uffici comunali. La legge parla chiaro: se gli immobili non vengono demoliti entro novanta giorni, la proprietà passa al Comune. Vengono trasferiti al patrimonio dell’ente che, sostituendosi ai proprietari, dovrà provvedere alle demolizioni. La legge prevede, inoltre, che il Comune possa rivalersi, rispetto alle spese sostenute per demolire, nei confronti degli ex proprietari degli stabili edificati abusivamente.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X