LICATA

Omicidio Truisi, ricorso al Tribunale del riesame per 2 arrestati

LICATA. Angelo Cannizzaro e Diego Catania, i due ventenni arrestati una decina di giorni fa, insieme a Salvatore Gueli, con l'accusa di aver ucciso Angelo Truisi, chiedono di poter tornare in libertà. I loro legali hanno presentato al tribunale del Riesame di Palermo il ricorso contro l'ordinanza di custodia cautelare firmata dal Gip del tribunale di Agrigento Francesco Provenzano che ha accolto la richiesta del Pm Matteo Cinque.

Secondo l'accusa, i tre nelle campagne di Licata avrebbero prima picchiato selvaggiamente Angelo Truisi, 22 anni, che aveva un debito tra i 2 e i 3 mila euro, e poi lo avrebbero finito con un colpo di fucile, bruciando il cadavere nel tentativo di nascondere le tracce.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook