TRIBUNALE

Sambuca, Gandolfo al Riesame per annullare i domiciliari

di

SAMBUCA DI SICILIA. Non ci può essere il pericolo di reiterazione del reato alla base dell’ordinanza di arresti domiciliari perché si tratta di fatti già datati e per i quali sono stati raccolti tutti gli elementi utili alle indagini. E’ su questa base che gli avvocati Pasquale Modderno e Vincenzo Salvia hanno chiesto al Tribunale del Riesame di Palermo l’annullamento della misura nei confronti di Michele Maria Gandolfo, di 61 anni, di Sambuca, impiegato di banca ed ex direttore di filiale.

E’ accusato di avere fornito notizie sulla disposizione logistica e sulle consuetudini delle banche in cui ha prestato servizio e dunque di avere favorito l’azione dei rapinatori. I difensori di Gandolfo non sono entrati nel merito dei fatti (l’indagato nell’interrogatorio di garanzia si è avvalso della facoltà di non rispondere) attaccando, invece, sulle esigenze cautelari. I giudici del Riesame decideranno nelle prossime ore.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X