IMMIGRAZIONE

Lampedusa, l'Asp assicura: "Non c'è alcun caso di meningite"

AGRIGENTO.  “Non c’è alcun caso di meningite batterica con potenziale di diffusione”. Lo ha precisato il il Direttore generale dell’Asp di Palermo (competente per la sanità nelle Isole Pelagie), Antonio Candela, in riferimento ad alcune notizie di stampa su “due presunti casi sospetti di meningite tra i migranti soccorsi al largo di Lampedusa”.
 “La situazione sanitaria nell’Isola di Lampedusa – ha aggiunto Candela – non presenta alcun tipo di criticità o preoccupazione”.
L'ultimo sbarco di migranti a Lampedusa è avvenuto due giorni fa, quando sono sbarcati, 200 migranti al molo Favaloro. L'operazione ha visto coinvolte una nave e due motovedette della Guardia di Finanza. I migranti sono stati indirizzati presso il centro di accoglienza dell'isola, tutti in buone condizioni di salute. Tra loro alcune donne con bambini e minori. Sul molo, oltre alla presenza di Frontex e dell'ufficio immigrazione, hanno operato l'equipe locale di Save the Children e dell'Unhcr, una delegazione dell'Istituto Nazionale per le Malattie della Povertà (Inmp), gli operatori de «Le Misericordie», la cooperativa che gestisce il centro di accoglienza, e i volontari civili del «forum Lampedusa solidale» a distribuire succhi di frutta e merendine.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X