LEGA PRO

Esseneto, giornata decisiva per l’Akragas

di
Alessi: «Ci sarà un ultimo sopralluogo della commissione che con ogni probabilità dovrà dare il via libera. Dispiaciuti per non essere riusciti a fare il miracolo»

AGRIGENTO. Questa mattina ci sarà l’ultimo sopralluogo ma non ci sarà più tempo per giocare domani pomeriggio allo stadio Esseneto. La gara contro il Catanzaro – primo match casalingo dell’Akragas nel campionato di Lega Pro, dopo trenta anni di attesa – si giocherà a Trapani. Non ci sarà il divieto di ospitare il pubblico, come ipotizzato in un primo momento, e la società giovedì pomeriggio ha fatto partire la prevendita ricordando a tutti i tifosi agrigentini che al provinciale di Trapani, dove si giocherà la gara, i botteghini non saranno aperti.

«Domani mattina (oggi ndr) – ha commentato il presidente del Cda dell’Akragas Silvio Alessi – ci sarà un ultimo sopralluogo della commissione pubblici spettacoli che con ogni probabilità dovrà dare il via libera definitivo. Siamo dispiaciuti per non essere riusciti a fare il miracolo e disputare la gara contro il Catanzaro davanti al nostro pubblico ma siamo anche consapevoli che siamo riusciti a limitare molto i danni rispetto alle previsioni di qualche settimana fa. Ottenendo la deroga per giocare all’Esseneto senza l’impianto di illuminazione significa che a parte questa partita giocheremo sempre nel nostro pubblico, magari andando a Trapani solo in rare circostanze quando la Lega ci vorrò fare giocare in notturna».

Lo stadio dovrebbe essere pronto per la sfida dell’11 ottobre contro la Fidelis Andria.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook