AMBIENTE

Emergenza amianto a Sciacca, lavori pronti a partire

di
La prossima settimana la ditta «Econsult» di Caserta rimuoverà venti tonnellate del pericoloso materiale distribuito su tutto il territorio comunale

SCIACCA. Manca solo il via libera dell’Asp e già la prossima settimana potrà essere effettuato l’intervento di rimozione di 20 tonnellate di amianto nel territorio comunale. È la ditta Econsult di Caserta che rimuoverà il materiale dopo avere vinto la gara d’appalto per un importo di 36 mila euro.

Il Comune ha individuato la ditta tra le due abilitate a partecipare a gare con il sistema Mepa. Una opera solo nel Lazio e un’altra è quella alla quale il settore Ecologia ed impianti ha affidato i lavori. Nessun ribasso è previsto con questo sistema. Lo scorso anno era stata la ditta trapanese Edil Ambiente ad aggiudicarsi la gara per la rimozione di 23 tonnellate di materiale contenente amianto, in particolare lastre di eternit e vecchi contenitori. L’ente ha speso, complessivamnete, 35 mila euro.

Ieri mattina l’assessore ai Servizi a rete, Gaetano Cognata, il dirigente del settore Ecologia ed impianti, Aldo Misuraca, ed il responsabile del procedimento, Vincenzo Saladino, si sono riuniti per fare il punto della situazione. «Stiamo portando avanti una bonifica del territorio che negli anni non era mai stata effettuata – dice l’assessore Cognata – e nel 2014 siamo stati tra i Comuni che, in percentuale, hanno effettuato la maggiore bonifica da materiale contenente amianto».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X