COMUNE

Consuntivo a Favara, polemiche dopo le accuse del sindaco

di
I primi a intervenire sono i consiglieri Palumbo e Lombardo che definiscono le provocazioni del sindaco un tentativo di arrampicarsi sugli specchi

FAVARA. Non poteva non provocare la reazione dei consiglieri comunali l'ultima uscita del sindaco Manganella allorché li ha sfidati a bocciare il conto consuntivo (da trattare martedì prossimo), così come hanno fatto per il piano economico finanziario della nettezza urbana, pregiudicandosi in tal modo la permanenza nell'aula "Falcone e Borsellino".

I primi a intervenire sono i consiglieri Antonio Palumbo e Michele Lombardo, di estrazione politica diversa, i quali definiscono le provocazioni del sindaco un chiaro tentativo di arrampicarsi sugli specchi per nascondere le incapacità amministrative che finora lo hanno contraddistinto e, così facendo, mettendo a nudo la sua vera natura in cui albergano aggressione, risentimento, populismo, inganno. "Dal punto di vista tecnico - dicono - abbiamo bocciato un piano inefficace,poco chiaro, economicamente troppo costoso in relazione al servizio reso, un piano che nella prima seduta di consiglio comunale èstato rinviato proprio per l'incapacità degli uffici e dello stesso sindaco di spiegare le cifre e i servizi resi".

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X