VERTICE AL COMUNE

Parco eolico offshore a Licata, fronte del no compatto

di
Il Coordinamento «No Peos» si è riunito nell’aula consiliare per adottare nuove strategie utili ad impedire la realizzazione dell’impianto

LICATA. È in cinque punti che si concretizza il nuovo no del Coordinamento “No Peos” ad “ogni ipotesi di realizzazione di parchi eolici offshore” nel mare di Licata e dei centri vicini. Le cinque questioni sono state espresse nel corso del vertice che il Coordinamento ha tenuto in città, ed al quale hanno partecipato anche i legali Polizzotto e Puntarello che assistono il movimento di fronte al Tar.

“Nel corso della riunione – scrive il Comune in una nota diffusa ieri - è emerso il pericolo fattivo ed imminente di una realizzazione di un Parco Eolico a poche miglia dalle nostre coste. In particolare l’assessore Daniele Vecchio, presente alla riunione, ha ricordato che: un'opera simile, come più volte sottolineato negli incontri precedenti, rappresenterebbe un danno irreversibile sia per le economie che per la propensione turistica di interi territori che si affacciano sul nostro mare e che su di esso fondano gran parte del proprio sostentamento e del proprio appeal paesaggistico”. Ecco i cinque punti che il Coordinamento intende portare avanti, sensibilizzando istituzioni e media.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X