SANITA'

Punto nascite di Licata, chiesto stop alla chiusura

di
L’assessore alla Sanità, Triglia: «Non stiamo lasciando nulla di intentato, per ottenere perlomeno un prolungamento»

LICATA. Si moltiplicano gli interventi in favore del Punto Nascite di Licata che, come è noto, se dal Ministero della Salute non arriverà la proroga, chiuderà i battenti il 30 di settembre. Ieri Anna Triglia, assessore comunale alla Sanità, ha reso noto che il senatore Campanella ha chiesto a Beatrice Lorenzin, ministro della Salute, presentando un’interrogazione, di non chiudere il reparto di Ostetricia del San Giacomo d’Altopasso.

«Con l'adozione del Piano di ottimizzazione dell'assistenza sanitaria nelle piccole isole ed in località disagiate, già in possesso del Ministero della Salute, sono state rappresentate – spiega Campanella nell’interrogazione - le peculiari esigenze sanitarie vitali delle popolazioni residenti che, per le immutabili condizioni orografiche ad alta difficoltà di accesso, necessitano della presenza – in deroga – di punti nascita».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X