IPOTESI DOLOSA

Racalmuto, incendio distrugge un escavatore

di
Per i carabinieri «le cause sono da accertare», anche se non viene esclusa l’ipotesi del rogo doloso. Indagini a tutto campo

RACALMUTO. Un incendio ha distrutto, a Racalmuto, nel corso della notte tra sabato e domenica, l’escavatore di una ditta che si occupa dell’installazione di impianti fotovoltaici e, più in generale, di energia alternativa. A domarlo sono stati i vigili del fuoco del distaccamento di Canicattì, mentre le indagini sono a cura dei carabinieri della stazione cittadina, coordinati dal maresciallo Alessandro Costa, e dei militari della compagnia di Canicattì, diretti dal capitano Salvatore Menta.

L’escavatore appartiene all’impresa Ecowatt srl che a sede in contrada Zaccanello, nei pressi della statale 640. Il titolare della ditta è di un giovane originario di Grotte, ma residente a Ralcamuto.

Da accertare, secondo gli investigatori, le cause dell’incendio. Sul posto non sono state trovate tracce di liquido infiammabile, ma quella del dolo rimarrebbe l’ipotesi maggiormente battuta dagli investigatori. In ogni caso la pista del corto circuito, al momento, non viene esclusa.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook