SINDACATI

Fondi europei per la provincia di Agrigento, Cgil: «Non lasciamoceli sfuggire»

di
Appello del segretario Massimo Raso agli ordini professionali. «Grande occasione»

AGRIGENTO. «Facciamo in modo che questa volta non finisca come la volta precedente quando la Regione non spese il 40 per cento delle risorse del programma Europeo di Sviluppo regionale 2007/2013 che riguardava anche il territorio agrigentino».

L’appello è stato lanciato dal segretario generale della Cgil di Agrigento Massimo Raso agli ordini professionali di architetti, agrotecnici, periti agrari, geometri , geologi, commercialisti ed esperti contabili , ingegneri, agronomi che recentemente, insieme all’associazione di promozione sociale “Ethikos per il territorio”, avevano avviato un Tavolo di concertazione a disposizione di Comuni ed enti pubblici in generale. Lo scopo è quello di promuovere e valutare gli interventi e le azioni sui territori di riferimento offrendo consulenza tecnica specializzata, il giusto contributo alla realizzazione di progetti, incrementando l'avvio di sistemi di sviluppo locale che puntano alla creazione di occasioni di lavoro, al giusto impiego dei fondi comunitari e regionali, oltre che alla tutela del territorio e delle sue ricchezze e tipicità.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X