RIFIUTI

Operai senza salario, un nuovo stop per la Sogeir a Sciacca

di
Proclamate per domani e martedì due ore di assemblea dei lavoratori. Pressing dell’assessore Cognata: «Una decisione immotivata»

SCIACCA. La Cgil proclama due ore di assemblea dei lavoratori Sogeir nelle giornate di domani e dopodomani e il Comune insorge temendo una nuova emergenza rifiuti. I lavoratori impegnati nella raccolta e smaltimento dei rifiuti devono riscuotere la mensilità di luglio e il saldo della quattordicesima. «Noi revocheremo l'assemblea soltanto in presenza di certezze sul pagamento dello stipendio di luglio - dice Enzo Iacono, della Funzione pubblica Cgil - perché il servizio non può danneggiare la componente debole, quella dei lavoratori».  L'assessore comunale ai Servizi a rete, Gaetano Cognata, fa pressing per la revoca delle assemblee e nelle ultime ore avrebbe reso più morbida la posizione del sindacato che, però, con Iacono, conferma che soltanto nella giornata di lunedì sarà presa una decisione e definisce "immotivata la scelta delle assemblee".

Il Comune è preoccupato perché due ore di assemblea riducono da sei a quattro le ore di lavoro giornaliere che vengono svolte e questo, in un periodo in cui, tra l'altro, i rifiuti vengono scaricati nella discarica di Siculiana e non in quella di Sciacca, chiusa per lavori di ampliamento, dilata i tempi a danno del servizio.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook