CONTRADA SAFARELLO

Licata, fienile a fuoco: la polizia salva un gregge di pecore

di

LICATA. I poliziotti del commissariato hanno, di fatto, salvato un gregge di pecore che a causa di un incendio scoppiato nel fienile dell’ovile hanno rischiato di morire bruciate. Gli agenti, nella tarda serata di domenica, hanno visto le fiamme alzarsi alte dal fienile ed hanno dato l’allarme, consentendo l’arrivo sul posto dei vigili del fuoco. Sono stati questi ultimi a spegnere le fiamme, prima che potessero arrivare alla vicina stalla dove dormivano almeno duecento pecore. Se i poliziotti non si fossero accorti delle fiamme, facendo scattare immediatamente i soccorsi, il gregge sarebbe stato ucciso, sicuramente, dal fuoco.

A coordinare l’intervento è stato il dirigente del commissariato di polizia, Marco Alletto, il quale sta dirigendo anche le indagini sull’incendio che si è registrato nel fienile.  L’ovile, che appartiene ad un pastore licatese di 55 anni, si trova in contrada Safarello. Pochi minuti dopo le 23 di domenica una pattuglia del commissariato stava percorrendo la statale 115, nel tratto per Gela. Gli agenti si sono accorti delle fiamme che si levavano alte da un edificio della zona ed hanno fatto scattare l’allarme.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X