IL CASO

Impianti sportivi ad Agrigento: 2 aperti, 5 inutilizzabili

di
Dei 13 campi di Villaseta (2 basket, 2 volley, 4 bocce, 1 pallamano e palestra), utilizzati solo quelli di tennis

AGRIGENTO. Non sappiamo se si possa parlare di un triste primato. Certo è che quando su sette impianti sportivi cittadini di primaria importanza, solo due risultano funzionanti, mentre cinque sono chiusi o incompleti, c’è poco da stare allegri. Se poi si aggiunge che su 13 campi minori del Parco Mediterraneo (2 basket, 2 volley, 4 bocce, 1 pallamano, 3 di tennis e la palestra coperta) sono utilizzati solo quelli di tennis, la situazione si aggrava. Considerando, inoltre, che sui rimanenti 23 campi rionali solo sei sono utilizzabili, le cose assumono aspetti piuttosto allarmanti, con l’inizio dei campionati quasi alle porte.

I dati si riferiscono alla situazione oggi nella città capoluogo. Una situazione che penalizza lo sport cittadino ed i giovani. Tra gli impianti di maggiore peso, funzionano solo lo stadio Esseneto utilizzato dall’Akragas e il campo di tennis di via De Gasperi. La chiusura (due anni addietro) del palazzetto dello sport di via Petrarca rappresenta un grossissimo neo con gravi conseguenze per gli sport che ospitava: basket maschile e femminile quasi scomparso, la pallavolo che ha chiuso i battenti e le altre discipline, dalla ginnastica alla pallamano ed alle arti marziali che boccheggiano per mancanza di un impianto decente.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X