VIABILITA'

Agrigento-Caltanissetta, dopo Ferragosto riprendono i lavori

di
L'ingegnere Abissi: «Da contrada Noce fino a Grottarossa il tracciato è ininterrottamente a doppia carreggiata per 24 chilometri». Intercenti al secondo lotto

AGRIGENTO. Dopo una breve pausa estiva "riprenderanno il 24 agosto i lavori" nei cantieri dell'Agrigentino per il raddoppio del secondo maxilotto della strada statale 640 Agrigento-Caltanissetta.

Lo ha spiegato ieri l'ingegnere Calogero Abissi, direttore tecnico del gruppo Cmc di Ravenna che sta eseguendo i lavori.
Sono già stati completati i lavori per congiungere il ponte Aquilata con il viadotto Serra Cazzola, dove la viabilità è tornata regolare. In fase di completamento nell'Agrigentino ci sono ancora il rettilineo di Racalmuto e poi "resta" il tratto, di poche centinaia di metri, di contrada Petrusa, tra Favara e Agrigento. Tra i prossimi obiettivi nel "cronoprogramma" dei lavori c'è l'eliminazione - "a settembre e comunque non oltre il mese di ottobre" - del semaforo provvisorio installato allo svincolo di contrada Petrusa a causa di una frana che, anche se non riguarda la zona del cantiere, può creare qualche problema di sicurezza. Per evitare code e incolonnamenti durante l'estate dopo le prime proteste degli automobilisti è stata sistemata dalla Cmc la nuova segnaletica stradale che indica il percorso alternativo a chi dovrà raggiungere non la città di Agrigento ma dovrà andare a San Leone e Porto Empedocle o proseguire il suo viaggio in auto sulla Ss 115 in direzione Sciacca.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook