IGIENE URBANA

Rifiuti in centro a Licata, residenti contro la Dedalo

di

LICATA. I residenti del centro storico chiedono maggiore pulizia e se la prendono con la Dedalo Ambiente, l’Ato che si occupa del ciclo integrato dei rifiuti, per la sporcizia presente nelle vie a ridosso del quartiere Marina. Non risparmiano, però, critiche al “diffuso senso di inciviltà che, purtroppo, alberga – scrivono in un documento diffuso ieri – tra alcuni cittadini che abitano nella zona in questione”.
“Parlare di turismo e di rilancio economico diventa difficile persino crederlo, quando zone intere vengono trascurate – scrivono il consigliere comunale Angelo Vincenti ed i residenti - e lasciate in mano ad incivili e ubriachi. La zona in questione ricade in parte nell’area pedonale voluta dall'amministrazione comunale, in particolar modo via Sant'Andrea. In quelle arterie, tra l'altro, in questi ultimi anni sono nati dei bed & breakfast e agli ospiti di questi giorni, sicuramente, lo spettacolo non è piaciuto”.
Secondo i residenti del centro storico “sacchetti di spazzatura sono presenti ai lati della strada e c’è qualche topo a spasso. Di rado si vede passare uno “spazzolone” della Dedalo Ambiente. Gravi le dichiarazioni dei titolari delle strutture ricettive, preoccupati di una ricaduta negativa sulle prossime prenotazioni”.
Per quanti abitano, o sono titolari di attività produttive nel quartiere Marina, e più in generale nel centro storico, occorre trovare una soluzione in tempi brevi al problema dei rifiuti. E’ necessario, sostengono i residenti, che gli operatori ecologici siano presenti in maniera maggiore, ma è ovvio che il problema dell’inciviltà non può essere risolto dalla Dedalo Ambiente.
Soprattutto in alcune zone del centro storico, con in testa il quartiere Marina, la cattiva abitudine di abbandonare i sacchetti con la spazzatura per strada non è mai tramontata.
“Non stiamo risparmiando energie – è la replica di Carmelo Sambito, assessore comunale con delega alla Gestione della raccolta dei rifiuti – per migliorare un servizio che, è inutile negarlo, non è all’altezza della situazione. La Dedalo Ambiente ha pochi mezzi e quelli che ci sono si guastano in continuazione. Presto, come è noto, gestiremo in house la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti, ed allora, posso assicurarlo, i risultati si vedranno. C’è però da dire – ha concluso il componente l’esecutivo – che fino a quando ci saranno cittadini che abbandoneranno per strada i sacchi con la spazzatura, e questo succede non solo in via Sant’Andrea, ma in numerosi altri luoghi del centro storico, l’amministrazione comunale e la Dedalo Ambiente potranno fare i salti mortali per ripulire la città, ma senza risultato. La collaborazione dei cittadini è fondamentale”.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X