IN CONSIGLIO

Favara, è scontro sulla gestione privata della riscossione dei tributi

di

FAVARA. Per i consiglieri comunali Antonio Palumbo e Gerlando Nobile si tratta di un atto che contravviene alle indicazioni fornite dagli inquilini dell’aula «Falcone e Borsellino» contrari a ogni tipo di esternalizzazione dei servizi relativi all’accertamento e riscossione dei tributi locali. E mostrano la determinazione del dirigente del settore Tributi, Giusy Chianetta, del 29 luglio scorso, che ha come oggetto l’affidamento a terzi del servizio di assistenza tecnico-informatica e di supporto per la riscossione.

«La traduzione reale e senza giri di parole è chiara a tutti – dicono i due consiglieri -. Il sindaco sta cercando di realizzare il sogno inseguito negli ultimi tre anni, ossia quello di sostituire l’Aipa con un’altra società».

E questa volta, secondo Palumbo e Nobile, si scavalcano addirittura le competenze del consiglio comunale che ha bocciato, per ben tre volte, i tentativi di ritornare a una gestione esterna e privatizzata dei tributi con conseguenti maggiori costi a carico dei cittadini.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook