CANICATTÌ

«Falsi contratti di luce e gas»: due denunciati

di

CANICATTÌ. Avevano messo su un lucroso sistema per truffare ignare persone attraverso la definizione di contratti di energia elettrica fasulli, stipulati attraverso la cattura illecita di dati sensibili poi utilizzati per la sottoscrizione degli accordi commerciali con le varie società erogatrici, per guadagnare illecitamente grazie ai sostanziosi «premi di produzione». Per questi motivi sono stati denunciati dalla Polizia due giovani che nella vicenda rivestono ruoli differenti ma che, per gli investigatori, sono in egual misura responsabili dei reati di truffa e falsità materiale.

Si tratta di L.S., un ventisettenne di Canicattì risultato essere il rappresentante legale dell’azienda che arruolava sub agenti da inserire nel territorio per svolgere attività di promoter, e di L. S., un trentenne di San Cataldo, procacciatore d’affari responsabile materiale di una delle tante truffe messe in atto dal sodalizio. La vicenda prende le mosse nel giugno dello scorso anno quando in Commissariato si presenta una donna per sporgere una denuncia contro ignoti a seguito del cambio di gestore del servizio di fornitura di energia elettrica, avvenuto senza che la donna avesse mai richiesto tale passaggio.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook