GUARDIA COSTIERA

Agrigento, gommone "parcheggia" in spiaggia tra i bagnanti

di

AGRIGENTO. L’operazione «Maresicuro», avviata lo scorso 22 giugno dalla Capitaneria di Porto empedoclina, ha portato ad un altro risultato. Sabato pomeriggio alla spiaggetta di fronte alla Capitaneria di Porto, tra la centrale Enel ed il Molo di Ponente fra le 17.30 e le 18, un gommone a motore, con a bordo un’intera famiglia, si è diretta senza esitazione sulla spiaggia e, facendosi largo tra i numerosi bagnanti increduli, fra cui moltissimi bambini, si è tranquillamente «posteggiata» sulla battigia mentre gli occupanti della barca si dedicavano ad attività ludiche.

Alcuni di loro giravano filmini e fotografie pare per completare un set di riprese fai da te in vista del prossimo matrimonio di un componente della famiglia. La Sala Operativa della Guardia Costiera, di fronte alle cui finestre si è svolto in diretta il singolare episodio, ha subito inviato sulla spiaggia una pattuglia di militari e, dopo pochi minuti, anche una motovedetta della Guardia Costiera. Gli occupanti del natante non hanno saputo fornire alcuna motivazione plausibile per aver infranto palesemente l’ordinanza della Capitaneria di Porto che vieta navigazione, ancoraggio ed ormeggio di imbarcazioni a motore nella fascia di 250 metri dagli arenili, riservata alla balneazione per evidenti ragioni di sicurezza e tutela della pubblica incolumità. Pare, in realtà, che fossero del tutto ignari dell’esistenza di tale norma giuridica, ma che dovrebbe costituire, ancora prima, una elementare regola di buon senso.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook