SANITA'

Truffa nel servizio di autoambulanze, 5 indagati a Canicattì

AUTOAMBULANZE, AUTOMEDICHE, canicattì, sanità, truffa, Agrigento, Cronaca
ambulanza

CANICATTÌ. Un nuovo filone di indagine su una serie di presunte truffe alla sanità siciliana è stato aperto dalla procura di Agrigento, che coordina l'attività della Guardia di finanza di Canicattì, Agrigento e Caltanissetta e vede 5 indagati.

Il procuratore aggiunto Ignazio Fonzo e i pm Andrea Maggioni e Alessandro Macaluso stanno scandagliando l'attività di trasporto di pazienti presso i centri dell'Asp di Agrigento e Caltanissetta e altre strutture assistenziali. I reati ipotizzati sono truffa aggravata, falso, riciclaggio e autoriciclaggio.

Al momento sono indagate cinque persone titolari di altrettante associazioni di volontariato che effettuano servizio di autoambulanze ed automedica, tutte con sede a Canicattì, allo stesso indirizzo legale. Un'altra dozzina di persone è indagata perchè collaborava con le associazioni come autista o infermiere. L'inchiesta, alle battute iniziali, tocca anche la Liguria e l'Emilia Romagna.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X