TRIBUNALE

Asp di Agrigento, inchiesta su 2 appalti: decise 11 assoluzioni

di
Sotto processo l’ex manager Salvatore Olivieri, imprenditori e funzionari dell’azienda sanitaria. I fatti risalgono al 2010: vennero emesse due ordinanze

AGRIGENTO. Sette assoluzioni e quattro sentenze di "non luogo a procedere". Le formule sono differenti (in alcuni casi "il fatto non sussiste", in altri "non costituisce reato") ma la sostanza è uguale: non ci fu alcuna irregolarità nella celebrazione dei due appalti nel campo della sanità, di cui uno per un importo milionario, che secondo la Procura erano stati truccati. La sentenza è stata emessa ieri poco dopo le 14,30 dal giudice dell'udienza preliminare Stefano Zammuto.

Il pm Carlo Cinque, al termine della requisitoria, aveva chiesto sette condanne e quattro rinvii a giudizio. La pena più alta, 3 anni e 4 mesi di reclusione, era stata proposta per l'ex direttore generale dell'Asp di Agrigento, Salvatore Olivieri, 74 anni, di Catania. Cinque aveva chiesto, però, l'assoluzione da due singole imputazioni di abuso di ufficio relative a presunte "rappresaglie" che avrebbe messo in atto nei confronti del funzionario dell'Asp Cataldo Manganaro che sarebbe stato ingiustamente sottoposto a procedimento disciplinare.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook