TRIBUNALE DI SCIACCA

«Spacciò dose mortale», condannato a 9 anni riberese

di
La richiesta del pubblico ministero era stata di 12 anni (9 per la droga e 3 per la morte della giovane) scesa a 8 per la riduzione di un terzo per il rito

RIBERA. La sentenza di condanna a 9 anni di reclusione per Valerio Zinerco, di 28 anni, è arrivata nel cuore della notte. Erano passate da pochi minuti le 2 quando il presidente del Tribunale, Roberto Genna, ha dato lettura del dispositivo dopo circa 7 ore di camera di consiglio. La pena decisa dal Tribunale, in composizione collegiale, ma che ha giudicato l'imputato con il rito abbreviato condizionato, è andata oltre la richiesta del pubblico ministero, Alessandro Moffa, che aveva sollecitato 8 anni di reclusione.

Zinerco, il personaggio centrale dell'inchiesta antidroga Veleno, al quale, oltre alla detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti, veniva contestato anche di avere ceduto a Jessica Miceli, di 20 anni, una dose di eroina che per l'accusa e adesso anche per il Tribunale di Sciacca è stata quella che l'ha uccisa, non ha perso un'udienza. Ha sempre seguito in aula il processo, celebrato a porte chiuse, per il rito, accanto al suo legale, l'avvocato Giovanni Forte. La richiesta del pubblico ministero era stata di 12 anni (9 per la droga e 3 per la morte della giovane) scesa a 8 per la riduzione di un terzo per il rito.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X