LA VERTENZA

Terme di Sciacca, Comune e Cgil non si «arrendono»

di
Il sindacato ha sollecitato l'intervento della magistratura per accertare eventuali responsabilità sulla vicenda

SCIACCA. La Cgil sollecita l'intervento della magistratura "affinché persegua sul piano penale responsabilità ed omissioni che fanno capo ai diversi livelli di responsabilità amministrativa e politica". Il Comune punta a salvare il parco delle Terme e chiama a raccolta le associazioni per una gestione da parte dell'ente, ma con la collaborazione di volontari, di quest'importante area verde. Le Terme, però, rimangono ancora chiuse e adesso sembra quasi impossibile salvare la stagione.

"Sul piano civile occorrerà costruire una "class action" per recuperare e risarcire i danni economici patiti dalla città e dalle forze economiche - sostengono Massimo Raso, Franco Castronovo e Franco Zammuto, della Cgil - e noi siamo disposti, a tutti i livelli, a sottoscrivere ogni azione che porti all'accertamento ed alla sanzione di tali violazioni". Per questa ragione la Cgil ha organizzato un'assemblea cittadina per sabato 25 luglio, alle 18,30, nel complesso Badia Grande. Sarà aperta "all'associazionismo, alle forze economiche e sociali ed alle loro organizzazioni, agli organi istituzionali, alle forze politiche ed alle rappresentanze parlamentari, ai cittadini tutti che abbiano in comune la volontà di sottoscrivere con tali iniziative giudiziarie".

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook