AGRIGENTO

San Calogero, ultimi festeggiamenti dedicati al Santo Nero

di

AGRIGENTO. Seconda e ultima domenica di San Calogero. Con oggi vanno in archivio otto giorni di festeggiamenti, intensi, carichi di passione, devozione e manifestazioni collaterali. Già da questa mattina spazio dedicato al tradizionale rito della "Sagra del grano, giunto alla sua trentunesima edizione. Processione Offertoriale con la partecipazione dei devoti portatori e dei fedeli con gli ex voto, con i prodotti della terra e lavori artigianali, seguiti dal corteo dei "carretti siciliani", dei muli e degli animali parati, del Complesso Bandistico e dei tradizionali tamburi (da porta Addolorata al viale della Vittoria).

Grande momenti di devozione anche oggi. Durante tutta la settimana, pellegrini, di buon ora, si sono incamminati verso il santuario partendo dai quartieri più lontani. Tanti anche i pellegrinaggi organizzati dalle parrocchie. Manifestazioni di "fede" e religiosità, capaci di chiamare a raccolta migliaia di persone. Fedeli, pellegrini, anziani, giovani, mamme, papà, figli, famiglie ed intere generazioni. "Manifestazioni che commuovono". - Come ha sottolineato anche nei giorni scorsi il rettore del Santuario Don Angelo Chillura. Anche oggi celebrazioni nel santuario ogni ora, a partire dalle 7 e fino alle 12. Alle tredici poi, attenzione focalizzata sulla "spettacolare" processione. Domenica scorsa il simulacro è stato portato a spalla per le stradine, i vicoli, i "chiani", salite e discese del centro storico. Da via Atenea a Via Porcello, Bibbirria, Duomo, Chiano Romano, Bac Bac e tante altre zone e stradine che molti agrigentini nemmeno conoscono. La gente ha portato pane per la benedizione, si è confessata e si è avvicinata all'Eucarestia".

Oggi la "vara" con la Statua di San Calogero sarà portata a spalle per via Atenea, Piazza Pirandello e via Garibaldi. Attraverserà le vie principali della città.
Intorno alle 20, la processione "diurna" terminerà davanti la Chiesa dell'Addolorata per poi ripartire in percorso serale questa volta con carro trionfale. Anche oggi si prevede grande partecipazione. Questa è una chiara testimonianza di una fede, di una devozione, che evidentemente esiste e che va oltre l'apparenza. Stasera come tradizione, prima del rientro in Santuario, fuochi d'artificio al Viale della Vittoria.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X