UNIVERSITA'

Cupa di Agrigento, i sindacati apprezzano ma restano vigili

di

AGRIGENTO. «Un buon inizio ma potrebbe non bastare». Sono perplessi i sindacati confederali agrigentini rispetto alla creazione di un Centro interdipartimentale dell’Università di Palermo dedicato ai temi della migrazione e della sicurezza dell’area mediterranea, che faccia perno come sede su Agrigento.

«È certamente un fatto importante - dicono Massimo Raso, Maurizio Saia e Aldo Broccio - che salutiamo positivamente e che risponde agli impegni che il ministro Alfano aveva assunto. Tuttavia, che questo fatto costituisca l’ancora di salvezza per il Cupa che abbiamo cercato in questi mesi, questo ci sembra davvero eccessivo ed illusorio. Non solo, ma occorre che una volta per tutte, sull’ Università ad Agrigento si dica tutta la verità, soprattutto sul versante del rapporto con l’Università di Palermo».

Il riferimento dei sindacati, è al presunto debito del Cupa ma anche al rapporto strutturale che lega Cupa all’ Università di Palermo. «È evidente - aggiungono - che se il Cupa è una sede decentrata”dell’Università di Palermo non si comprenderebbe il senso della partecipazione onerosa da parte di Enti Territoriali soci.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X