AGRIGENTO

"No agli abiti succinti in Comune": ordinanza del sindaco

di
Agli uomini vietati, invece, canotte, pantaloncini, infradito, e pinocchietti

AGRIGENTO. Niente pantaloncini e sandali per chi accede al municipio o al Teatro Pirandello. Lo ha disposto, con propria ordinanza, il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto per il decoro ed il rispetto istituzionale dei luoghi pubblici. L'ordinanza del neo sindaco dispone una serie di comportamenti a cui gli utenti dei servizi comunali dovranno attenersi per l'ingresso negli edifici pubblici.

"L'ingresso è vietato - si legge nell'ordinanza - ai cittadini di sesso maschile che indossano canottiere, pantaloncini a gamba corta, bermuda, pinocchietti e sandali ed alle donne che indossano abiti succinti in genere". Insomma, con questa ordinanza il capo dell'amministrazione comunale mette nero su bianco quale atteggiamento deve assumere l'utente e soprattutto quale abbigliamento dovrà indossare per evitare di essere bloccato dagli uscieri. Tutto questo per evitare situazioni di compromissione delle comuni regole di vita, tali da comportare lo scadimento della qualità urbana e della vita in genere, evitare condotte consistenti nella richiesta di ingresso, da parte dell'utenza, in abiti non adeguati alla dignità del luogo rappresentato dal Palazzo municipale.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook