CAPITANERIA DI PORTO

Cadavere in mare ad Agrigento, forse un migrante

PALERMO. Nelle acque di San Leone, ad Agrigento, a circa 2 miglia dalla costa, l'equipaggio di una motovedetta della Capitaneria di Porto ha recuperato un cadavere in avanzato stato di decomposizione.  Il corpo, di un uomo adulto, è stato portato presso la banchina del porticciolo turistico di San Leone e da qui, su disposizione dell'autorità giudiziaria, alla camera mortuaria dell'ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento, per essere sottoposto ad ispezione cadaverica.     Non sono chiare le cause del decesso.

Intanto, trecento migranti in navigazione verso l'Italia sono stati soccorsi oggi dalla Guardia Costiera e dall'equipaggio di un mercantile al largo delle coste libiche in tre distinte operazioni di salvataggio. La nave Dattilo, della Guardia Costiera ha preso a bordo circa 200 migranti; gli altri sono stati soccorsi da un mercantile dirottato dal Centro Nazionale Soccorsi della stessa Guardia Costiera, che ha coordinato le operazioni.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook