LA STORIA

Ravanusa, allontanati dal loro paese: costretti a vivere in auto a Sommatino

di

RAVANUSA. Sono stati “allontanati” dal loro paese di origine su ordine della Procura di Agrigento, che ha spiccato un provvedimento di divieto di dimora nel territorio provinciale. Non avendo i soldi per potersi permettere di prendere una casa in affitto sono costretti a “vivere” nella loro autovettura, una vecchia Fiat Tempra bianca, parcheggiata nella piazza principale di Sommatino, paese a circa 20 chilometri di distanza dalla loro città, Ravanusa.

Protagonisti della vicenda due coniugi, lui 50 anni, lei qualche anno più piccola, che da tempo si scagliano contro gli assistenti sociali del Comune di Ravanusa, perché a seguito di una segnalazione, sono stati privati della patria potestà. E così, alla coppia, sono stati sottratti i due figli, inseriti in una comunità per bambini. Ma ai due genitori questa cosa non è andata giù e più volte si sono recati in municipio, arrivando anche ad aggredire il dirigente del servizio. L’ex sindaco, Armando Savarino, per garantire l’incolumità della coppia aveva addirittura firmato un’ordinanza che vietava alla coppia di avvicinarsi al municipio e disponeva l’intervento dei vigili nel caso in cui i due si aggirassero nel pressi della casa comunale.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook