RIFIUTI

«Piano Aro» Canicattì-Camastra, arriva il sì dagli uffici regionali

di

CANICATTI'. E' stato approvato dal Dipartimento regionale dell'acqua e dei rifiuti il piano pluriennale di intervento per l'organizzazione dei servizi di spazzamento, raccolta e trasporto dei rifiuti nell'ambito dell'ARO Canicattì - Camastra. Lo schema comprende tutte le disposizioni che andranno a disciplinare la nuova modalità di gestione dei servizi in questione e che verranno affidati, dopo la gara ad evidenza pubblica che sarà definita dall'Urega, ad una ditta privata per la durata di sette anni.

Il piano di intervento, definito dall'ingegnere Luigi Bonuso, è stato adeguato rispetto alla sua prima formulazione alla luce delle nuove configurazioni determinate dal trasferimento del personale dalla società d'ambito, la Dedalo Ambiente, all'aggiudicataria del servizio.

In particolare il documento, che ha ottenuto il via libera dall'assessorato regionale all'Energia, effettua una ricognizione dello stato di fatto del servizio, con riferimento al segmento di spazzamento, raccolta e trasporto dei rifiuti urbani, individua le criticità attualmente esistenti, descrive le modalità organizzative del servizio e sviluppa il piano economico - finanziario con la valutazione dei costi del servizio. «Abbiamo ricevuto il parere favorevole da parte del dipartimento regionale dei rifiuti - ha dichiarato il sindaco di Canicattì Vincenzo Corbo nel corso dell'incontro avuto al Comune con il sindaco di Camastra Angelo Cascià - e adesso siamo pronti ad avviare la fase finale del progetto che prevede la disposizione della gara e successivamente l'affidamento del servizio. Il piano di intervento racchiude, nel dettaglio, tutte le nuove modalità attraverso le quali verrà effettuato il servizio di raccolta dei rifiuti in città e che vedrà tra i suoi punti di forza principali quello dell'avvio della raccolta differenziata porta a porta per la quale ci stiamo già attrezzando e siamo pronti ad inaugurare nei prossimi giorni».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X