LICATA

Cambiano: «Il ponte Petrulla la priorità»

di
Lunedì sera, nel corso del comizio di ringraziamento, il neo sindaco ha affrontato la questione viabilità. «Perché i lavori non decollano?»

LICATA. Il ponte Petrulla, crollato quasi un anno fa, è la priorità del neo sindaco. Angelo Cambiano, lunedì sera nel corso del comizio di ringraziamento agli elettori, lo ha detto a gran voce.

“La prima cosa che farò, una volta insediato alla guida della città, sarà quella – sono state le parole del neo primo cittadino – di chiedere conto ai vertici dell’Anas del perché, malgrado tra pochi giorni sarà trascorso un anno dal crollo del ponte Petrulla, che ha messo in ginocchio la nostra comunità, non sono ancora decollati i lavori che consentiranno il ripristino della statale”. Il viadotto Petrulla è crollato il 7 luglio dello scorso anno, ed in quell’occasione per fortuna la strage fu soltanto sfiorata. Da allota lo scorrimento veloce Torrente Braemi, che collega Licata a diversi centri dell’agrigentino e del nisseno, è chiuso. Da quasi un anno i pendolari sono costretti a percorrere la vecchia statale di Sant’Oliva, che l’Anas ha adeguato, ma che ovviamente fa aumentare di molto i tempi di percorrenza.
“Licata – ha aggiunto Angelo Cambiano – da un anno è penalizzata in maniera molto grave dall’assenza della principale via di collegamento con il resto della Sicilia, eppure non abbiamo visto decollare alcun intervento. Intendiamo fare chiarezza subito su questa situazione”.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X