CALCIO

Akragas, atti per la nuova cordata: rivoluzione nella dirigenza

di
Per i biancazzurri sono ore decisive: si decide il futuro della formazione neopromossa fra i professionisti

Vecchi e nuovi soci insieme in banca per iniziare a preparare gli adempimenti finanziari in vista della prossima stagione. Primi passi della nuova Akragas. L'attuale gruppo presieduto da Alessi cederà il 54 per cento alla multinazionale bulgara rappresentata dall'agente Fifa Peppino Tirri. Prima del subentro, che sarà formalizzato dal notaio nelle prossime ore, ci sarà un'assemblea dei vecchi soci che porterà all'uscita di scena di alcuni dirigenti del vecchio gruppo (l'ex vice presidente Angelo Vella) e l'ingresso di uno o due nuovi imprenditori che gravitano da tempo attorno all'Akragas. Sebastiano La Mantia, ad esempio, dovrebbe rilevare alcune quote.

Fatto ordine nel vecchio gruppo sarà formalizzato l'ingresso dei nuovi soci che rileveranno la maggioranza. Intanto, però, ieri mattina in un istituto di credito cittadino sono state avviate le procedure per la fideiussione e il prelievo del capitale che serve per pagare la quota di iscrizione. Nelle scorse ore si è fatta avanti pure una società brasiliana, facente capo all'imprenditore Bartolo Polacco, originario di Lercara, che attraverso l'ex presidente Giovanni Castronovo ha proposto formalmente di acquisire un pacchetto del 20-25% delle azioni del club.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook