LEGA PRO

Akragas, il futuro riparte da Laneri e Russello

di

AGRIGENTO. Quarantotto ore per decidere il futuro dell'Akragas, alle prese con la ristrutturazione societaria che con ogni probabilità porterà alla cessione del pacchetto di maggioranza, attualmente nelle mani del patron Silvio Alessi e degli altri soci. Il procuratore sportivo e agente Fifa Peppino Tirri, punto di riferimento di una cordata di imprenditori di cui per la verità si conosce ben poco, sarebbe sul punto di rilevare il club. Anche la nuova proprietà dovrebbe ripartire dal general manager Antonello Laneri e dal direttore sportivo Ernesto Russello per la gestione dell'area tecnica.

Fra sabato e martedì ci saranno i passaggi conclusivi della vicenda con la definizione dei dettagli dell'accordo e la formalizzazione del subentro davanti al notaio. Intanto ieri c'è stata una nuova puntata dell'inchiesta Dirty Soccer che è servita a far ricordare una inevitabile grana che la società dovrà affrontare durante l'estate. Il gip di Catanzaro ha emesso un'ordinanza cautelare a carico di diciassette persone che erano state già fermate il 19 maggio nell'ambito dell'inchiesta che ipotizza l'esistenza di due associazioni parallele legate alla 'ndrangheta che truccavano le partite di serie D e Lega Pro per speculare sulle scommesse.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook