TURISMO

L’Asp è più vicina alla gestione delle terme di Sciacca

di
Restano i dubbi degli esperti sullo stabilimento dove la chiusura che si protrae ormai da alcuni mesi ha causato danni ad alcuni impianti

SCIACCA. L’Azienda sanitaria provinciale ha mandato i propri tecnici, ieri mattina, per un sopralluogo alle stufe di San Calogero e nello stabilimento di via Agatocle. La situazione alle stufe è decisamente migliore rispetto allo stabilimento dove la chiusura che si protrae ormai da alcuni mesi e la vetustà di alcuni impianti avrebbero determinato perplessità nel personale Asp.

Il sindaco, Fabrizio Di Paola, che ha avuto un colloquio, al termine del sopralluogo, con il direttore generale dell’Asp, Salvatore Lucio Ficarra, mantiene, però, un moderato ottimismo sulla possibilità che l’Azienda sanitaria provinciale, in linea con quanto sollecitato anche dal Presidente della Regione, Rosario Crocetta, accetti di gestire il polo termale saccense. “A mio parere – ha riferito Di Paola - il progetto può andare in porto, il dottore Ficarra mi è parso possibilità. Bisognerà attendere l’esito di un colloquio che lui avrà, nelle prossime ore, con l’assessore regionale alla Sanità, Lucia Borsellino”.

 

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X