BALLOTTAGGIO

Voto a Licata, gli «apparentamenti» entro domenica

di
Tra 72 ore scade il termine per integrare il numero degli assessori designati quando sono state presentate le candidature

LICATA. Nella scuola media “Marconi” si è insediato l’Ufficio Centrale del Comune che avrà il compito di eseguire le verifiche sulle schede votate nei 42 seggi. A presiedere l’ufficio è stato chiamato, dal presidente del Tribunale di Agrigento Luisa Turco, il giudice onorario Giuseppe Scimè. Quest’ultimo, insieme al presidente della sezione elettorale numero 1 Pamela Cellura, si è già messo al lavoro. E’ verosimile che sarà necessaria almeno una settimana per ultimare il controllo. Al termine l’Ufficio Centrale emetterà il “verdetto”, si saprà cioè se i dati relativi al voto saranno confermati o se, al contrario, ci saranno delle variazioni.

E’ evidente che, anche nel caso in cui ci fossero differenze riguardo all’assegnazione di qualche voto, non cambierà il risultato riguardo a sindaco, con Angelo Cambiano e Giuseppe Galanti che si contenderanno la guida della città al ballottaggio del 14 di giugno. L’attesa riguarda soprattutto il consiglio comunale, visto che ci sono diversi casi di candidati separati da altri competitor solo da pochissime preferenze. Perciò non si possono escludere “ribaltoni”.

 

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X