INDAGINI

Canicattì, bruciato portone della casa di un operaio

di
Dopo aver cosparso di liquido infiammabile l’ingresso dell’abitazione hanno appiccato le fiamme

CANICATTI'. Secondo inquietante episodio a Canicattì nell’arco di una settimana. Dopo l’incendio appiccato la settimana scorsa ai danni del portone dell’abitazione di un bracciante agricolo nell’appena trascorso weekend si è verificato un episodio analogo ai danni, questa volta, di un operaio del luogo. I fatti si sono verificati nella notte tra sabato e domenica scorsa in via Zara, nei pressi di via Nazionale. Ad essere preso di mira è stato il portone d’ingresso dell’abitazione di un operaio canicattinese. Ignoti dopo aver cosparso di liquido infiammabile il portone dell’abitazione dell’uomo hanno appiccato le fiamme.

Il rogo, fortunatamente, non è stato di grandi dimensioni e si è auto estinto provocando soltanto danni di poca entità. Dell’accaduto sono stati informati i poliziotti del locale Commissariato di Pubblica Sicurezza che hanno avviato le indagini del caso nel tentativo di risalire agli autori di quello che appare come un chiaro messaggio intimidatorio. Quello avvenuto in via Zara è il secondo episodio del genere che si registra a Canicattì nell’arco di una settimana.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X