DOPO ELEZIONI

Alfano: «Ed ora la buona amministrazione ad Agrigento»

di
«Zambuto ha lasciato una città allo sbando. Oggi abbiamo un sindaco che di mestiere sa fare il sindaco e vuole fare il sindaco»

AGRIGENTO. ”Mi aspettavo che Firetto vincesse. Voglio essere molto franco, senza alcuna ipocrisia, me lo aspettavo. Nelle mie recenti visite ad Agrigento ho parlato con i nostri candidati. Ho chiesto: su 10 persone che contattate, quante vi dicono che votano Firetto? E loro mi dicevano: cinque, sei, qualcuno mi diceva sette persone. Siccome mi fido dei nostri sondaggi di strada, più di quelli scientifici, avevo capito che quella era la tendenza. E' chiaro che c'è sempre la trepidazione per le urne, ma c'era una voglia grande oltre che di cambiamento, e più che di cambiamento, soprattutto di concretezza e di buona amministrazione».

Il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, è con queste parole che, durante la notte fra lunedì ed ieri, mentre era ancora in corso lo spoglio delle 55 sezioni, commentava il risultato ottenuto da Lillo Firetto. «Il grande vuoto lasciato da Zambuto è stato essenzialmente il fatto di non avere amministrato la città e averla lasciata un po' allo sbando. Oggi, noi abbiamo finalmente un sindaco che di mestiere sa fare il sindaco e vuole fare il sindaco - ha rimarcato Alfano -. Lo vuole fare fino in fondo. E' stato un ottimo risultato".

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X