SERIE D

Ultimo sprint Akragas, in palio c’è lo scudetto di D

di
Oggi pomeriggio i biancazzurri se la vedranno col Siena, emergenza formazione per Feola. Savanarola e Chiavaro sono out, in difesa scala Bonaffini

AGRIGENTO. La stagione trionfale dell’Akragas, che dopo tre decenni ha conquistato il ritorno nel calcio professionistico, potrebbe diventare indimenticabile: la formazione agrigentina sogna di giocare il prossimo campionato di Lega Pro con il tricolore sul petto. Questo pomeriggio, alle 18, allo stadio «Helvia Recina» di Macerata affronterà la Robur Siena nella finale della poule scudetto. La formazione toscana, nelle cui fila milita l’esperto Daniele Portanova, unico reduce del Siena della serie A, ha battuto in semifinale il Castiglione per 2-1. Lo stesso ha fatto l’Akragas superando 3-1 la Maceratese, fino a giovedì imbattuta per tutta la stagione.

Un solo giorno di tempo per preparare la gara: la formula della Lega nazionale dilettanti ha previsto ritmi serrati per la competizione che mette insieme tutte le neo promosse in Lega Pro. La gara, contrariamente a quanto comunicato dalla Federazione nei giorni scorsi, sarà trasmessa su RaiSport solo in differita alle 22,45 e non in diretta alle 18 come molti tifosi agrigentini speravano. Emergenza di formazione ma serve l’ultimo sforzo per gli uomini di Feola.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X