EMERGENZA

Raccolta dei rifiuti, tra diffide per debiti e stop a Sciacca

di
La riunione di ieri, alla Sogeir, tra i sindaci e il commissario Achille Furioso, si è conclusa con un sostanziale nulla di fatto

SCIACCA. I Comuni dell'Ato non indicano tempi certi e somme che destineranno alla Sogeir e già dalla prossima settimana potrebbero arrivare i primi disservizi nella raccolta e smaltimento dei rifiuti. La Sam, che vanta un credito di 800 mila euro dalla Sogeir, mercoledì 3 giugno bloccherà la selezione della differenziata e avvierà l'iter per il licenziamento di 23 lavoratori. Sul tavolo del commissario della Sogeir, Achille Furioso, c'è anche una diffida della ditta Nobile a pagare il carburante per i mezzi.

Il debito ammonta a 113 mila euro. E anche la Sae, azienda che garantisce mezzi a noleggio alla Sogeir, quando quelli della società sono guasti e non ci sono i soldi per ripararli, vanta un credito di 10 mila euro. La riunione di ieri mattina, nella sede della Sogeir, tra i sindaci e il commissario straordinario, Achille Furioso, si è conclusa con un sostanziale nulla di fatto. Alcune somme arriveranno nelle casse della società, ma ormai il tempo stringe e senza date certe sarà difficile per Furioso fare fronte anche ai pagamenti dell'addizionale Irpef e dell'Iva, che ammontano a 130 mila euro. I sindacati, intanto, confermano lo sciopero del 4 giugno. I lavoratori Sogeir impegnati a Sciacca devono riscuotere parte dello stipendio di aprile ed è già maturato quello di maggio.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X