IL PROCESSO

Tangenti a Lampedusa, spuntano dei video

di
Nella lista degli imputati oltre a De Rubeis, Gabriele e Giancone ci sono 22 fra imprenditori e privati ritenuti i corruttori o gli autori di abusi

LAMPEDUSA. Il proiettore per mostrare in aula foto e video della consegna delle tangenti era pronto ma l'udienza, fra mille contrasti procedurali, è iniziata tardi e alle 17 è stata interrotta. L'audizione del maresciallo della Guardia di Finanza, Francesco Licari, ha aperto il dibattimento del processo - in corso davanti al collegio di giudici presieduto da Giuseppe Miceli - sulla presunta cricca lampedusana che sarebbe stata messa in piedi dal 2008 al 2012, quando al vertice dell'amministrazione c'era il sindaco Bernardino De Rubeis.

Fra gli atti del pm Salvatore Vella spuntano anche file video e immagini da cui arriverebbe la prova di alcune tangenti. Fra questi ci sarebbe un fotogramma - sembrerebbe estrapolato da un video - in cui si vede l'ex dirigente dell'Ufficio tecnico Giuseppe Gabriele ricevere dei soldi all'interno del suo ufficio. Il sottufficiale della Finanza, rispondendo al pm Vella, ha iniziato a raccontare i primi passi dell'indagine con l'ausilio di un proiettore che mostrava i documenti di cui parlava e che, all'udienza successiva in programma il 24 giugno, mostrerà anche le scene della presunta consegna materiale delle tangenti.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X