IMMIGRAZIONE

"Rimborsi gonfiati", indagini su un centro d'accoglienza di Favara

di

FAVARA. La cresta sull' accoglienza: i numeri degli extracomunitari ospitati nella struttura potrebbero essere stati "gonfiati" in modo da ottenere un maggiore finanziamento da parte del governo.

I soci della Omnia Academy, società che si occupa da anni dell' accoglienza di immigrati, finiscono nel mirino della Procura. Cinque gli avvisi di garanzia per le ipotesi di reato di falso e truffa. L' inchiesta, ancora tutta da decifrare, di cui si conoscono pochi dettagli, è portata avanti dal pubblico ministero Matteo Delpini.

Il primo passo dell' indagine è stato il sequestro dei registri di presenze e di altra documentazione relativa all' assistenza degli immigrati. L' ipotesi sulla quale gli inquirenti stanno lavorando è che i responsabili della Omnia Academy, società che da tanti anni si occupa di numerosi progetti di integrazione e accoglienza degli extracomunitari in mezza Sicilia, abbia dichiarato di avere ospitato un numero superiore di stranieri all' interno di una loro struttura con la finalità di ottenere rimborsi superiori.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X