A 40 anni dall'inizio dei lavori apre il Teatro Popolare di Sciacca - Video

Sono trascorsi 40 anni dalla posa della prima pietra e finalmente si parla di apertura per il teatro popolare di Sciacca, simbolo delle opere incompiute italiane. Una struttura moderna progettata dall’architetto Giuseppe Samonà (per questo nota a tutti come “Teatro Samonà”) che si articola su due sale, per un totale di 1200 posti a sedere, costata sino ad oggi 25 milioni di euro.

In verità, i lavori non sono del tutto finiti, perché non è ancora pronto il progetto per ampliare il palcoscenico.

Per l’apertura Sciacca può ringraziare il Rotary Club Sicilia Malta, che si è mosso ed è riuscito ad ottenere dalla Regione, proprietaria della struttura, tutte le autorizzazioni necessarie perché il teatro venisse reso disponibile nella parte in cui appunto si è tenuto di fatto il congresso del distretto Sicilia-Malta venerdi 22 maggio intorno alle ore 16:30. Lo stesso Rotary, come ha sottolineato il governatore Vaccaro nel corso della conferenza stampa che si è tenuta al Palazzo di città in merito, ha provveduto a lavori di pulizia e manutenzione necessari per rendere fruibile la parte del teatro poi così aperta a pubblico. All’inaugurazione del teatro ha partecipato il ministro dell’interno, Angelino Alfano.

Dopo questa prima occasione offerta dal congresso, il compito di inaugurare il teatro con il primo spettacolo domenica alle ore 18:00, è stato affidato all’orchestra d’archi “Cataldo Amodei”, su esibizione  del coro del Conservatorio “Scontrino di Trapani”, con la presenza del  tenore Giuseppe Veneziano, su direzione del maestro Antonio Giovanni Bono.

Dopo quasi mezzo secolo e interminabili polemiche, viene così realizzato il progetto Samonà,  un evento che lo stesso sindaco di Sciacca, Fabrizio Di Paola, ha definito “storico per la città”. Si spera che l’apertura non rimanga un fatto simbolico e che si riesca a definire una gestione della struttura perché non torni nuovamente a rimanere chiusa.

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X