INCHIESTA

Reflui per irrigare a Palma di Montechiaro, indagheranno i Nas

di
È stato il sindaco Pasquale Amato, dopo il caso scoperto nei giorni scorsi, a chiedere l’intervento del Nucleo antisofisticazione dei carabinieri e dell’Asp

PALMA DI MONTECHIARO. Il sindaco di Palma di Montechiaro, Pasquale Amato, ha chiesto l’intervento dei Nas dei carabinieri e dell’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento per eseguire controlli utili a verificare se altre aziende agricole, dopo quella scoperta nei giorni scorsi, utilizzano i reflui fognari per irrigare le colture. “La verifica che chiediamo – ha annunciato ieri il primo cittadino – non è a tappeto su tutte le aziende agricole di Palma di Montechiaro, ma su sei o sette di queste. Abbiamo scritto ai carabinieri, chiedendo l’invio a Palma del Nucleo antisofisticazioni, ed all’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento, affinchè le coltivazioni in questione siano sottoposte ad attento esame. Vorremo evitare, infatti, che finiscano sui mercati, e di conseguenza sulle nostre tavole, dei prodotti che sono stati irrigati con acqua di fogna”.

Tre giorni fa, come si ricorderà, i carabinieri avevano scoperto in contrada Riniolo la condotta fognaria manomessa e l’acqua prelevata finire in un invaso, utilizzato successivamente per irrigare i campi. In quel caso i carabinieri, che hanno operato coordinati dal capitano Marco Currao che guida la compagnia dell’Arma di Licata, hanno denunciato a piede libero sette persone, tra titolari e dipendenti di un’azienda agricola di Palma di Montechiaro.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X