SCIACCA

Il Comune vince un maxi ricorso, l’Eas dovrà rimborsare 3,2 milioni

di
A novembre dello scorso anno la Regione Siciliana ha materialmente accreditato i primi 3 milioni e 300 mila euro del credito vantato dall’ente

SCIACCA. Il Comune riesce a spuntarla in un secondo procedimento aperto per il recupero di crediti Eas e questa volta riesce a ottenere la condanna, dal Tribunale di Sciacca, dell'Ente acquedotti Siciliani a rimborsare 3 milioni 232 mila euro. L'importo si riferisce alle spese anticipate dal Comune di Sciacca dal 2005 al 2008 per la gestione, la manutenzione della rete idrica e degli acquedotti comunali.

"Si tratta di una nuova sentenza favorevole - dicono il sindaco, Fabrizio Di Paola, e l'assessore al Bilancio, Ignazio Bivona -. Il pronunciamento dà ragione al grande impegno profuso dal Comune a seguire, con grande attenzione, e a portare a termine due procedimenti per recuperare somme notevoli anticipate tanti anni fa dall'ente e mai riscosse. Il primo procedimento ha avuto il suo esito favorevole nei mesi scorsi con il Comune che ha incassato, con più tranche, ben 4 milioni e mezzo di euro.

 

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X