COMUNE

Favara, in paese esplode l’«emergenza precari»

di
Il Comune è in regime di amministrazione controllata a causa dei conti in rosso. Ieri un'assemblea con un'altra «sigla» quella degli Asu, che in totale sono 59

FAVARA. Mentre continua il sit-in dei 70 precari (56 Lsu storici e 14 Puc) in odore di licenziamento davanti alla sede di Palazzo di Città di piazza Cavour in attesa di ricevere notizie confortanti dal Ministero degli Interni dove un'apposita commissione dovrà esprimere parere in ordine alla proroga dei loro contratti essendo il Comune in regime di amministrazione controllata a causa dei conti in rosso, ieri si è tenuta un'assemblea con un'altra sigla di precari, quella degli Asu, che in totale sono 59.

Tra questo personale, che non è a carico del Comune ma che riceve gli emolumenti dall'Inps, si cercherebbero degli ausiliari da destinare alla pulizia dei locali municipali piscina compresa. L'incontro, a cui sono stati presenti il sindaco Manganella, il suo vice Carmelina Vita e gli assessori Angelo Messinese, Davide Lumia e Sara Chianetta, si è tenuto al Castello Chiaramonte, si è tenuto in un momento particolare della vita amministrativa viste le problematiche che stanno emergendo sia di natura finanziaria che occupazionale.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X