SERIE D

Akragas, Feola: «Mi piacerebbe continuare»

di

AGRIGENTO. L’unico neo è sui titoli di coda con i tifosi arrabbiati per le maglie. Ci spieghiamo: dopo il triplice fischio una trentina di sostenitori dell'Akragas sono stati saluti dai calciatori, i quali hanno regalato la maglia con la quale hanno giocato. Ma non era la divisa ufficiale, quella a strisce bensì una maglia con la quale si sono giocate le amichevoli. E pare non l'abbiano presa bene i tifosi. Almeno così l'hanno raccontata questi ultimi. E una maglia tra le mani se la tiene stretta l'allenatore Feola: "La debbo regalare a un mio amico. Gliela avevo promessa".

E poi la partita. "Dai, inutile girarci attorno: è stata una festa. Loro hanno i playoff ed era giusto non rischiare infortuni, noi l'obiettivo lo abbiamo raggiunto. Però - aggiunge il tecnico siciliano - una cosa lasciatemela dire: che stile questa società. Abbiamo apprezzato molto il gesto di inizio partita: è così che si dovrebbe fare su tutti i campi. E comunque il Rende ha dimostrato, assieme a noi, di essere una grande bella squadra. La rivelazione di questo campionato che in silenzio e con grande applicazione è riuscito a fare molto meglio di altre squadre che venivano date come corazzate".

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook