IMMIGRAZIONE

Centro di Lampedusa in tilt, il sindaco: "Ripresi i trasferimenti"

 LAMPEDUSA. «Sono ripresi i trasferimenti intensivi dal centro di accoglienza». Così il sindaco di Lampedusa, Giusi Nicolini, alla luce della nuova ondata di sbarchi che ha mandato ancora una volta in tilt il centro di contrada Imbriacola, dove sono ospitati circa 1.200 migranti quando ne può contenere al massimo 250-300.

«Mi auguro che al più presto il centro possa tornare ad avere  condizioni di accoglienza dignitosi - ha aggiunto -. In questo momento è impresentabile». «La mia richiesta al Governo è di potenziare il presidio di soccorso - ha proseguito il sindaco -. Lampedusa non ce la fa. I migranti non possiamo inscatolarli come bestiame al centro di Lampedusa». «Una risposta che aspettiamo dal Governo è di darci la possibilità - ha spiegato Nicolini -di portare nelle nostre famiglie i bambini, i minori non accompagnati e le famiglie. È quello che abbiamo chiamato 'affidamento di prima accoglienzà, in attesa che i migranti trovino posto nei centri. Già ho un elenco di famiglie che chiedono questo».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X